Domande frequenti

Questa sezione del nostro sito è stata pensata per chiarire le domande e i dubbi più frequenti dei nostri Ospiti. Se non trovi una risposta fra quelle di seguito riportate, ti ricordiamo che il nostro personale tecnico sarà a tua completa disposizione.

Puoi farci ulteriori domande, scrivendo a info@basiscliniche.it

Ogni quanto tempo è necessario effettuare la pulizia dei denti?
Sulla base delle Linee Guida mediamente si consiglia di effettuare una seduta di igiene orale ogni 6 mesi, anche con l’obiettivo di effettuare un periodico check up preventivo. Tuttavia, in casi specifici, è consigliabile effettuare le sedute di igiene orale anche ogni 3 o 4 mesi (ad es. in ragione di alcune patologie specifiche già note al paziente che possono aumentare il rischio di insorgenza di problematiche).
La pulizia dei denti, fatta troppe volte, può causare danni agli stessi denti?
Se la pulizia viene eseguita da personale qualificato non può arrecare danni ai denti, anche se troppe pulizie ravvicinate nel tempo, in alcuni pazienti, potrebbero rischiare di indebolire lo smalto. Prima di effettuare la pulizia dei denti si consiglia sempre di chiedere un parere al proprio dentista.
Lo sbiancamento dentale può arrecare danni ai denti?
Lo sbiancamento dentale professionale effettuato da personale qualificato non arreca danni ai denti.
Il filo interdentale è sempre utile o basta lo spazzolino da denti?
L’uso del filo interdentale è un valido contributo per la pulizia degli spazi tra dente e dente e se ne consiglia l’utilizzo costante. Per ottenere un buon risultato con il filo interdentale occorre assicurarsi di aver lavato le mani accuratamente, quindi eseguire dei semplici passaggi fra dente e dente.
A quale età è necessario iniziare a lavare i denti?
Una corretta igiene orale comincia fin dalla nascita. Per i primi mesi di vita del bambino esistono in commercio diversi spazzolini che, dotati di morbide superfici in tessuto sono in grado di pulire la bocca del bambino e abituarlo alla cura quotidiana dei denti, della lingua e di tutto il cavo orale.
Perchè curare i denti da latte se poi dovranno cadere?
Spesso i genitori sottovalutano l’importanza dei dentini da latte ritenendo che non necessitano di particolari cure visto che verranno sostituiti dai denti permanenti. I denti da latte sono invece molto importanti per svariate ragioni, intanto perché un dente deciduo, se cariato, presenta la stessa sintomatologia di un dente permanente, con dolore, possibile gonfiore o ascessi. In secondo luogo vengono considerati “mantenitori di spazio” per i denti permanenti che eromperanno successivamente attorno ai 6 anni di età, guidandone la corretta eruzione.
A che età eseguire le sigillature?
La sigillatura deve essere applicata quando i denti da latte vengono sostituiti da quelli permanenti e alla comparsa dei denti molari i quali erompono intorno all’età di 6 anni Questi denti sono particolarmente esposti al rischio di carie, sia perché i denti molari sono posizionati posteriormente, sia anche perché il bambino a questa età non possiede ancora una destrezza sufficiente alla più accurata igiene orale. La sigillatura dei denti costituisce un importantissimo presidio nei programmi di prevenzione dalle carie e di mantenimento della salute del cavo orale del bambino.
La piorrea è contagiosa?
La malattia parodontale (anche detta piorrea) è causata dalla presenza di batteri parodonto-patogeni, il che implica che sia anche una malattia contagiosa. Inoltre la malattia parodontale è anche una malattia genetica, che può essere trasmessa da genitori a figli.
Cos'è un impianto dentale?
Un impianto dentale è una vite in titanio biocompatibile che, inserito nell’osso, si connette a quest’ultimo diventando una radice dentaria artificiale. Su questa radice è poi possibile inserire una corona protesica in sostituzione del dente mancante.
Cos'è l'ortodonzia invisibile?
E’ una tecnica ortodontica che rientra nel settore dei trattamenti di estetica dentale: grazie all’applicazione di mascherine trasparenti che risultano pressoché invisibili, esso permette di raddrizzare i denti non allineati in modo sicuro, efficace e non fastidioso dal punto di vista pratico ed estetico. Tale tecnica consente ai pazienti di riacquistare un sorriso regolare senza alcun imbarazzo e senza alcun fastidio.
In quali casi si può intervenire con l'ortodonzia invisibile?
Tale metodologia può naturalmente essere applicata con intenti diversi e per correggere varie problematiche in età adulta oppure durante la crescita. Come in tutte le branche odontoiatriche, anche in ortodonzia c’è la necessità di effettuare indagini radiografiche ed una visita clinica che permetta di valutare il caso nella sua peculiarità e complessità. In linea di massima l’ortodonzia invisibile è idonea in casi di affollamenti dentali non gravi, rotazioni e problematiche di tipo estetico, ma non è necessariamente idonea a tutti i casi clinici.
Che cos'è la tecnica "All on Four"?
La tecnica “All on Four” prevede il posizionamento di una protesi fissa su soli 4 impianti, di cui i 2 posteriori sono posizionati inclinati per evitare i seni mascellari o i nervi mentonieri e per evitare lunghe e costose procedure di innesto osseo o rigenerazione ossea. Grazie a questa tecnica è possibile ottimizzare i tempi, riducendo la durata del trattamento ed i costi.
In base a quali criteri si sceglie una protesi fissa o mobile?
La protesi dentale fissa può essere realizzata solo in presenza di denti sani o di impianti che possano fungere da supporto per ponti e corone. In mancanza di elementi dentari sufficientemente saldi, o in numero insufficiente per poter realizzare una protesi fissa, si deve ricorrere alla realizzazione di una protesi mobile totale (dentiera) o parziale (scheletrato).

La salute è il primo dovere della vita